giovedì, aprile 20, 2006

La nuova finanza


Riccucci ci ha illuso, tutti, ma proprio tutti infatti la sua scalata era il sogno di tutti; diventare ricchi sfondati a tal punto di cambiare completamente vita da odontotecnico cioè da guardare le bocche della gente all’immobiliarità, cioè ad una delle massime aspirazioni di questo nostro Paese.
Sposare una tra le più belle donne di questo mondo non è da tutti i giorni, di andare nei posti da sogno, di spassarsela alla faccia di noi cretini.

Un matrimonio da favola, un giro di nozze incantevole e poi per durare la recita mano nella mano come due liceali al primo amore.
Tutto molto bello, come una favola e come una favola soldi a volontà, scalate interminabile dei più grossi imperi finanziari.

Tutti che si domandavano: “ma come avrà fatto?”

Riccucci mai sentito nominare prima di allora, mai nell’alta finanza all’improvviso come per un miraggio eccolo un uomo goffo, grasso odontotecnico che fa in poco tempo una carriere che neanche Napoleone fece ai suoi tempi.

Nel frattempo mentre il popolo si faceva domande i magistrati stavano a guardare le imprese di questo nuovo vip.
Aveva affascinato anche la tv e “Quelli che… il calcio” l’avevano preso come caricatura simpatica, mettevano in rilevanza l’amore per la moglie, ma il Riccucci non li era tanto simpatica il nuovo vip rampante aveva intimato farla finita, tanto era intoccabile, ma la Simona & C. non si erano fermati all’intimazione aveva spifferato tutto e questo ha fatto si che l’intelligenza del Ricucci arrivasse solo a fare l’odontotecnico, perché li sono piombati addosso ancora più sospetti.

A soli dieci giorni dalla caduta del Nano però la Guardia di Finanza liberata ha fatto due conti e quei due conti non li sono tornati quindi ecco un click che non è del mouse, ma sono delle manette che li sono scattate ai polsi.

A questo punto mi sono chiesto due cose una è perché proprio dieci giorni dopo la caduta del Nano secondo sua moglie in America cosa c’è andata a fare?
Cocuzza in tempi quasi non sospetti l’aveva intervistata dicendo che faceva un film, ma questo film dove è andato a finire?
Non sarà mica stato un copione già visto con una trama uguale di certi film di spionaggio che si svolgevano nelle banche per depositare pezzi di carta?
Sospetti, solo sospetti.

Anna Falchi è andata in America per un ripasso della lingua inglese in vista di una stagione impegnativa, speriamo solo che non resti con le mani impigliate anche lei.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home