martedì, gennaio 30, 2007

L'emulazione di questa tv


Si sperava, adesso si dispera.
Tutto il mondo è cambiato, tutto dipende dalle immagini della televisione, una televisione troppo reale tant’è che molti giovani emulano quello che fanno vedere.
Colpa anche dell’evoluzione della capacità cioè dell’uomo che fa nascere dei mostri a fin di bene e che purtroppo qualche cervello lo trasforma in male.
La società non ha più valore, la famiglia non esiste più, l’istruzione non esiste più, il gioco non esiste più, il lavoro non esiste più, l’invenzione quella esiste.
E’ un invenzione che ci fa stare troppo bene e allora ci si annoia, allora per ammazzare il tempo, si beve, ci si droga, si fa a pugni e ci si ammazza.
Un tempo si andava a cercare le lucertole, le castagna e a rubacchiare i frutti, a pescare senza licenza o a giocare a pallone dove era proibito sfidando il vigile di turno.
Ora il vigile di turno ai ragazzi li fa una sega, ora le lucertole non ci sono quasi più, riguardo alle castagne le rubano dai poveretti che le vendono lungo la strada.
Però quello che non manca mai sono i cellulari, sigarette, droga, alcol, auto potenti, soldi, catene e coltelli e per riposare video giochi.
Il caso di Erba fa riflettere, il caso Moggi, le guerre fanno riflettere.
Casi diversi per la loro drammaticità, ma allo stesso modo prendono l’attenzione dei maxmedia e ognuno di noi vede questi casi in modo diverso.
Il modo da evitare è l’emulazione.
Emulare Erba sarebbe una sparizione della cittadinanza
Emulare Moggi sarebbe farsi male per se stessi.
Emulare una guerra sarebbe morire.

Gli amministratori tendono solo a farsi vedere dispiaciuto, a continuare a costruire palazzi, ciminiere e a non fare degli spazi dove poter giocare come quaranta anni fa, senza videogiochi, senza cellulari e senza odio.
L’aggregazione si è persa e ognuno pensa solo a se stesso alla propria persona non al collettivo, la società oggi si rispecchia troppo nella tv, non ad un libro che parli degli errori passati dove noi ci stiamo riportando, quegli errori che ci hanno portato alla miseria, alla fame, oggi sarebbero drammatici ed è per questo che bisogna usare il nostro pensiero e associarlo a alcune trasmissione di questa tv, perché non è tutta da buttare teniamo il buono, teniamoci, anzi ricostruiamo il passato con l’aiuto anche della tv, anche se credo che questa tv non valga 104 euro.

Etichette:

1 Comments:

Anonymous Camlin said...

This is great info to know.

Posta un commento

<< Home